Europa League, 2° turno preliminare: Osmanlıspor a valanga sullo Zimbru, 5-0 ad Ankara

L’Europa torna Ottomana per una notte. Di calcio, ovviamente. L’Osmanlıspor si presenta con una forma fisica ben più prestante rispetto all’andata in Moldova e spazza via lo Zimbru Chisinau. 5-0 il risultato finale ad Ankara.

Forse era soltanto una questione di fisico. All’andata lo Zimbru ha capitalizzato i contropiedi ottenuti contro i ragazzi di Akçay, ottenendo un 2-2 che comunque favoriva il gruppo di Ankara. Ora però l’Osmanlıspor ha scelto di non scherzare: dopo mezzora la pratica di Europa League era già chiusa, con la testa al terzo turno e al Nomme Kalju. Merito di Aminu Umar, il nigeriano ’94 ex-Samsunspor che ha sbloccato la partita e ha perserverato nel corso del match ad ampliare il divario, netto sul campo, netto sui tabelloni finali.

La marea viola sulle tribune può dichiararsi soddisfatta: dopo una serie di giorni neri per la città di Ankara, con il tentato colpo di stato, la capitale tira un sospiro di sollievo. C’era tanta voglia di calcio all’Osmanlı Stadium, così come un chiaro messaggio di riscatto, testimoniato dalle tante bandiere turche (ancor più del solito). Il supporto degli Yeniçeriler, in italiano Giannizzeri, si è fatto sentire per tutto il corso del match. Continua il folklorico sostegno di una banda di fiati e ottoni, una particolarità unica del progetto voluto da Melih Gökçek, sindaco della capitale. Sicuramente avrà sorriso ancor più che all’andata, dove aveva fatto capolino sulle tribune di Chisinau.

Ora ad Ankara si festeggia, ed è giusto così. Il tabellino vede tre volte il nome di Umar, una volta quello di Kiliçaslan (che proprio stamattina aveva reiterato il proprio sostegno alle forze anti-golpiste) e Dzon Delarge, che ha capitalizzato l’ingresso di un pimpante Rusescu. L’avventura europea degli Ottomani continua, e noi la seguiremo già dalla prossima settimana, quando a fare compagnia ai ragazzi di Akçay arriverà il Başakşehir, impegnato contro il baldanzoso HNK Rijeka. Appuntamento per il 28 luglio e per il 4 agosto, per l’Europa League, mentre la Champions League turca vedrà il Fenerbahçe contro il Monaco un giorno prima.

Lascia un commento