Aaron Hunt-Beşiktaş, accordo vicino

Aaron Hunt

Il Beşiktaş sembra sempre più vicino ad Aaron Hunt, trequartista del Werder Brema il cui contratto scade il 30 giugno. Secondo DHA, l’accordo tra società e giocatore è già stato trovato attorno ad una cifra complessiva di 2 milioni di euro l’anno. Hunt ha rifiutato l’ultima offerta del Werder Brema a 1,6 milioni, ritenendola insufficiente.

I retroscena del probabile trasferimento a parametro zero di HuntIstanbul sono davvero intriganti. Centrocampista tedesco dai piedi buoni, eccellente nell’abilità di passaggio: è l’ideale sostituto di Manuel Fernandes, il portoghese che lascerà il Beşiktaş a fine giugno, vicino alla firma con la Lokomotiv Mosca.

Il Beşiktaş, dalla trattativa sfumata per Ronaldinho, cerca un trequartista di qualità: Hunt è il profilo ideale, non soltanto per ragioni tecniche. Le normative molto severe in Turchia per l’impiego di stranieri (6 a partita) potrebbero non riguardare il centrocampista tedesco, sposato con Semra Polatgil-Hunt: la cittadinanza turca della moglie farebbe tesserare Hunt come giocatore non straniero, dando possibilità al Beşiktaş di schierarlo in ogni partita senza alcun tipo di restrizione.

A tal proposito, in un intervista di Patrick Hoffman, l’ex centrocampista della Nazionale tedesca Fabian Ernst ha consigliato a Hunt di accettare il trasferimento al Beşiktaş. Di seguito riportiamo le parole, raccolte dall’account twitter @Beşiktaş_Int:

“Se è vera l’offerta del Beşiktaş per Aaron, lui deve accettarla. Non so se verrà accolto all’aeroporto come Ailton (Aìlton Gonçalves Da Silva, giocatore brasiliano ex Schalke al Beşiktaş nel 2005, ndr), i fan sono un po’ “matti” da quelle parti. Certo è che è stato il miglior giocatore del Werder Brema negli ultimi mesi.

In ogni caso deve essere consapevole che giocare a Sivas o Gaziantep non è come giocare in uno stadio moderno a cui è abituato. E il livello della Bundesliga è più alto di quello della Super Lig. Ma l’anno prossimo giocherà in Europa, al Beşiktaş sarà circondato da giocatori migliori. Sarebbe un passo avanti rispetto al Werder Brema”

A proposito di Aaron Hunt, oltre alle parole di Ernst vi ricordiamo che si tratta di quel giocatore che poche settimane fa rifiutò la concessione di un calcio di rigore da parte dell’arbitro. Il gesto di Hunt è già passato alla storia come uno degli atti di Fairplay più generosi. Per quest’episodio il centrocampista tedesco è in corsa per il FIFA Fairplay Award:

Lascia un commento