Calciomercato in Turchia: 11 gennaio 2016

Oggi dedichiamo la copertina della giornata di calciomercato in Turchia ad un club di 1.Lig, il Karşıyaka: i rosso-verdi di Smirne si sono mossi tantissimo, alla ricerca di innesti per risollevare una classifica precaria nella seconda divisione turca.

COMPLIMENTI DA ISTANBUL – Dopo il match di Coppa di Turchia, il tecnico del Galatasaray Mustafa Denizli ha parlato bene del Karşıyaka: “Penso che si salveranno a fine stagione, hanno offerto una prestazione di qualità“. Parole gentili, che vengono rafforzate dalle mosse di calciomercato del club di Smirne. I rosso-verdi hanno appena preso il nuovo allenatore Yusuf Simsek, ex-Antalyaspor, un uomo con le idee chiare. Proprio da Antalya arrivano diversi innesti: Josip Kvesic, terzino sinistro, e Omer Kandemir, terzino destro. Dal Sanliurfaspor arriva Youssef Yesilmen, anche lui annunciato ufficialmente oggi. Tre colpi per ripartire, mentre il ritorno in Coppa contro il Galatasaray aspetta l’armata rosso-verde di Smirne. Con un retroscena esclusivo, che soltanto noi di calcioturco.com possiamo raccontarvi: El Hadji Makhtar Tioune, nuovo attaccante del Sanliurfaspor, fu proposto proprio al Karşıyaka ad inizio novembre. L’affare non decollò a causa del prezzo del cartellino dell’ex-Viking, con il club norvegese che chiedeva 500mila euro per il suo rilascio.

IL RITORNO – Ve l’abbiamo pre-annunciato: Pablo Batalla è tornato a Bursa, ed è arrivato secondo copione oggi pomeriggio. Accolto da una folla festante a Bursa, prenderà la numero 10 o la 17?

Intanto il suo arrivo è una certezza, mentre per Belluschi bisognerà attendere ancora qualche giorno. Scatole cinesi intanto scuotono la Turchia: dalla maxi-offerta per Eto’o a un sondaggio per Ersan Gulum del Besiktas, la Super League cinese fa sentire la pressione dei suoi dollari sulla Super Lig turca. Intanto il Konyaspor rilascia Kenan Ozer e può ritirarsi dalla corsa per Vedat Muriqi, attaccante che piace anche al Trabzonspor: a Trebisonda si chiuderà per una punta nonostante l’esplosione del giovane Besir. Piace anche Demir del Gaziantepspor, ma costa tanto (4,5 milioni). Muriqi ne costa 2, una cifra irraggiungibile per il Konyaspor, che ha provato un’ultima offerta con Vedat Bora+conguaglio: il Giresunspor sembra intenzionato a respingere le avances, per ora. Il Konya ha comunque presentato Nejc Skubic, acquisto atteso da giorni.

ALTRI COLPI – Il Malatyaspor chiude per Nikolic dello Steaua, mentre il Kayserispor cerca di capire se ci sono i margini per l’operazione Jeremy BokilaGençlerbirligi attivo: c’è l’idea Arikan per la porta. Intanto il Mersin festeggia il nuovo presidente Caliskan, che può prendere Nurullah Saglam come allenatore. Infine, finalmente, si muove il Galatasaray: come già anticipato l’affare-Donk poteva anticipare Ryan Babel, che è assistito dallo stesso agente.

Così probabilmente andrà, è lo stesso olandese a dare indizi sul profilo Twitter. Sulla fascia destra c’è l’accordo con il Molde per Linnes, lo dichiara il tecnico dei norvegesi Solskjaer. Silenzio dagli altri versanti di Istanbul, dove le operazioni di mercato citate nei giorni scorsi restano in stand-by. Per il Fenerbahçe si è rincorsa qualche voce riguardante Carrillo dello Sporting, ma deciderà Doyen Sports Investments dove piazzare il giocatore: dunque Siviglia ovviamente favorito. Oggi il calcio è governato dagli uffici, non soltanto dalla passione dei tifosi. E il calciomercato passa inevitabilmente da questi meccanismi.

Lascia un commento