Calciomercato in Turchia, 9 gennaio 2016: Bursaspor scatenato

Sabato intenso negli hotel di Antalya, in Turchia: diversi movimenti di calciomercato nonostante il terzo turno dei gironi di Coppa di Turchia in programma questo week-end. Si muovono alcune pedine: la copertina di oggi è dedicata al Bursaspor.

COCCODRILLI SCATENATI – Protagonista del 9 gennaio 2016, è indubbiamente il Bursaspor: ceduto in prestito Luis Advíncula, il club allenato da Hamzaoglu vuole accontentare i tifosi con l’unico nome che può davvero farli impazzire. Stiamo parlando di Pablo Batalla, trequartista del Beijing Guoan che ha un passato con la maglia dei Coccodrilli ed è stato il protagonista della cavalcata verso il titolo 2009-2010. Il numero 10 si libererà, dato che Josué è fuori rosa e in partenza: sembra tutto fatto per il grande ritorno di Batalla. Il grande dibattito è proprio sul numero di maglia del Coccodrillo di ritorno dalla Cina (che potrebbe anche mantenere il suo “vecchio” 17), la trattativa sembra chiusa. Lunedì alle 13:30 un elicottero speciale è atteso a Istanbul, i tifosi bianco-verdi sono già in delirio.

E per completare il quadro, si fanno insistenti i rumors che vorrebbero un altro ritorno, quello di Fernando Belluschi dal Cruz Azul. Contatti preliminari, per il momento. Intanto i dettagli dell’affare-Advíncula si rivelano soddisfacenti: preso per 700mila euro, il peruviano è in prestito al Newell’s Old Boys con riscatto fissato a 1 milione 500mila euro. Una possibile plusvalenza all’orizzonte, per i Coccodrilli?

I LEONI SI MUOVONO – L’altra notizia del giorno è che il Galatasaray si è svegliato dal torpore del suo mercato invernale: dopo il colpo-Donk, atteso da tempo, i giallo-rossi puntano Martin Linnes del Molde per il ruolo (scoperto) di terzino destro.

Secondo NTV Spor ci sarebbe già un accordo con il giocatore sulla base di un contratto da 3,5 anni, ma va trovata un’intesa con il club norvegese. Ci sono spiragli per l’affare, un colpo low-cost che può cambiare volto alla fascia destra Cimbom. A Istanbul intanto il Fenerbahçe osserva sornione e il Besiktas non chiude ancora per un portiere, tallone d’achille della rosa da troppo tempo. In stand-by Cássio, i bianco-neri ci hanno provato per Neto (Juventus) e Ospina (Arsenal), ricevendo un rifiuto in entrambi i casi. L’alternativa low-cost in porta è rappresentata dal giovane Hayrullah Mert Akyuz dell’Adanaspor, estremo difensore già nel giro della Nazionale di Terim e dal potenziale interessante. Ma al momento è un’ipotesi da scartare, con il Besiktas intenzionato a puntare su un nome d’esperienza internazionale.

LE ALTRE TRATTATIVE – L’Eskisehirspor prende in prestito dal Genk il georgiano Tornike Okriashvili: sarebbe lui il sostituto di Raheem Lawal, ma l’operazione non è ancora stata conclusa ufficialmente.

Intanto Faith Obilor, 25enne ex-Rovaniemi Palloseura, si allena con i rossoneri. Le elezioni per il nuovo presidente hanno confermato l’attuale chairman del club, lasciando l’Eskisehirspor nella medesima condizione finanziaria e dirigenziale. Si rischia la 1.Lig: a proposito di seconda serie, l’ex Galatasaray Emre Can Coskun si ritrova senza squadra dopo aver rescisso con l’Alanyaspor, club della riviera Mediterranea che ha tesserato Sezer Ozmen dal Metz. A pochi chilometri da Alanya c’è Antalya, città in fermento per l’arrivo di Ramon Motta: il terzino sinistro, preso dal Besiktas, ha firmato un biennale. Trattativa in corso tra Basaksehir ed Osmanlispor per Umut Nayir: attese novità nelle prossime ore. Infine sempre molto attivo il Sivasspor, che punta la MLS: piace l’uruguayo David Teixeira, svincolato da una decina di giorni dal FC Dallas. E in chiusura, al fotofinish, una nota di romanticismo: il Trabzonspor rinnova Onur Kivrak, il capitano, per altri due anni (fino al 2020), mentre continua il pressing incessante per Mircea Lucescu. Secondo Muharrem Usta, è lui l’uomo da cui gli azzurro-granata di Trebisonda devono ripartire. Parte, invece, Dame N’doye: ufficiale il suo prestito al Sunderland.

Lascia un commento