Fenerbahçe, finisce l’era di Giuliano Terraneo

Giuliano Terraneo non è più il direttore sportivo del Fenerbahçe. Esattamente 10 mesi fa, l’ex Inter prendeva posto nell’ufficio riservato per lui a Kadiköy, dando inizio a una campagna-acquisti che ricorderemo per molto tempo nella storia del calcio turco.

NaniVan Persie e altri colpi mediatici, ma anche SouzaOzan TufanFernandao, rivelatisi ugualmente importanti nella corsa dei Canarini verso il titolo (distante, al momento, 4 punti in classifica – ma con un match da recuperare) e nella campagna di Europa League, dove soltanto l’arbitro e il Braga hanno eliminato il Fenerbahçe in una notte controversa e ricca di dubbi.

Ora Giuliano Terraneo rescinde consensualmente il contratto che lo legava al Fenerbahçe, dichiarando di aver compiuto il suo lavoro – ovvero la ricostruzione (quasi completa) della squadra la scorsa estate. Ora (ma già dallo scorso gennaio) i pieni poteri nella gestione del club tornano al presidente Aziz Yildirim, che secondo molti non li aveva mai ceduti realmente: a Istanbul alcune voci hanno addirittura dubitato della paternità della campagna-acquisti estiva di Terraneo, insinuando che fosse ancora Yildirim a tirare le fila della società.

L’allontanamento anticipato di Terraneo non fa che aumentare i dubbi in tal senso, ma intanto l’italiano se ne va da vincente, e non solo. Sono infatti state stampate diverse magliette con il suo nome e il suo volto, diventato un autentico meme la scorsa estate. A Istanbul avranno un ricordo positivo di lui, questo è certo. Comunque andrà questa stagione del Fenerbahçe, ancora in corsa per campionato e Coppa di Turchia.

Lascia un commento