Fenerbahçe, venduti i naming-rights dello stadio per 90 milioni

Rivoluzione totale in casa Fenerbahçe. Il club turco ha appena comunicato al KAP (piattaforma di divulgazione pubblica della borsa di Istanbul) di aver venduto i diritti economici relativi al nome dello stadio Sukru Saraçoglu alla holding Yildiz.

Come recita il comunicato della società, i naming-rights dello stadio del Fener sono stati venduti per i prossimi 10 anni per 90 milioni di dollari, che verranno spalmati per tutta la durata dell’accordo. La holding Yildiz è una delle più celebri in Turchia: tra i papabili nomi del nuovo stadio restano altissime le quotazioni dello sponsor Ülker, che già campeggia sulle divise della sezione basket del club.

Si tratta di una rivoluzione con qualche precedente nel calcio turco: alcuni club hanno venduto addirittura i naming-rights della stessa squadra (ultimo tra tutti l’Istanbul Basaksehir che sarà Medipol Basaksehir per una stagione), altri hanno preferito limitare l’invasione degli sponsor a terreni di gioco e strutture di allenamento. I rivali del Fenerbahçe si sono già portati avanti in tal senso: il Galatasaray gioca nella Turk Telekom Arena, il Besiktas sta costruendo la Vodafone Arena. Così il calcio turco prova a crescere, attraverso nuovi metodi di finanziamento che faticano a trovare strada in Italia, a causa dell’assenza di stadi di proprietà.