Galatasaray, il futuro sarà russo o kazako? I retroscena sui nuovi interessi stranieri

E’ noto a tutti il periodo di crisi del Galatasaray dal punto di vista sportivo, ma anche e soprattutto a livello societario. In questi casi, certe volte il malumore all’interno dei vertici di una squadra può far scattare interessi dall’esterno. A Istanbul infatti, sempre per quanto riguarda l’ambiente di Cesare Prandelli e i suoi uomini, la lingua turca potrebbe diventare una minoranza nella sede legale del club. Secondo quanto riferisce haberturk.com girerebbe sempre più la voce di una possibile entrata in scena da parte di alcuni investitori stranieri, con i maggiori interessi che provengono dalla Russia e dal Kazakistan, con i paesi che sarebbero in competizione per aggiudicarsi almeno una quota di maggioranza del Galatasaray, se non addirittura rilevarlo.

Stando a quanto dichiarato da alcuni esperti calcistici turchi, la società sarebbe intenzionata a riunirsi nel mese di gennaio 2015 per discutere della situazione finanziaria del club e per trarre delle conclusioni finali, le quali potrebbero dare il via libera definitivo all’ingresso di nuovi capitali oppure respingerli.

In ogni caso, la situazione resta più che mai delicata in casa Galatasaray. Il presidente Duygun Yarsuvat si trova di fatto nel peggior momento della sua gestione, tra risultati calcistici che non arrivano e problemi ancora più critici di natura economica. Se il numero 1 giallo-rosso (che governa il club in seguito alle elezioni di due settimane fa, in virtù di un sistema simile all’azionariato popolare) dovesse cedere alle tentazioni delle nuove cordate, si tratterebbe del primo caso assoluto nella storia del calcio turco in cui una squadra nazionale passasse sotto una gestione proveniente al di fuori dei propri confini geografici.

Per il momento non c’è ancora nulla di concreto e realizzabile nell’immediato, ma la notizia sta dividendo i tifosi in due fazioni, tra chi si considera favorevole ad un cambio totale e chi invece preferirebbe non cedere il club a investitori non turchi.

Staremo sicuramente a vedere da gennaio, mese fondamentale per le sorti del futuro del Galatasaray.

 

Lascia un commento