Şenol Güneş è il nuovo allenatore del Bursaspor. Il ritorno di una leggenda

Bursaspor Şenol Güneş

Con la sciarpa del Trabzonspor: così in Turchia tutti hanno in mente Şenol Güneş, non certo un allenatore come gli altri. Il miracolo della Nazionale turca in semifinale ai Mondiali 2002 è suo, frutto di una carriera lunga e ricca di soddisfazioni.

Uomo del Mar Nero nato e cresciuto a Trebisonda, è stato uno dei portieri più importanti nella storia del calcio turco, oltre che un idolo inarrivabile per i tifosi del Trabzonspor. Lì ha giocato l’intera carriera, bandiera e saracinesca di quella porta inespugnabile. Sempre a Trebisonda Şenol Güneş ha allenato per diversi anni, per poi cimentarsi nella meravigliosa parentesi in Nazionale e in altri club in Anatolia. Senza mai dimenticare i Mavi-Bordo e le sue origini: al Trabzonspor il tecnico ha sfiorato il titolo anche in panchina, sfumato all’ultima giornata in quel maledetto 2010/2011. Le inchieste e lo scandalo calcio-scommesse non hanno fatto altro che aumentare i rimpianti dei supporter azzurro-granata, convinti della combine tra SivassporFenerbahçe – effettivamente dimostrata dai tre gradi della giustizia ordinaria. Per la città di TrebisondaŞenol Güneş è un eroe e quel titolo dovrebbe essere nella bacheca del Trabzonspor.

Şenol Güneş ha soltanto 61 anni, ma ne ha passate di tutti i colori; meriterebbe una puntata di “Federico Buffa racconta” dedicata interamente a lui. E’ uno dei simboli dell’identità nazionale turca, forgiata attraverso il sogno calcistico. Ed ora riparte da zero: il Bursaspor in difficoltà ha scelto lui per ripartire. Ai Coccodrilli serve un condottiero, per tornare in Europa e a lottare per il titolo di campione di Turchia, conquistato nel 2009 prima del crollo di un gruppo magico.

bursa-new-stadium

La rifondazione del Bursa passerà dal nuovo stadio, la Timsah Arena a forma del rettile verde, mascotte e simbolo della squadra. L’impianto è già leggendario prima di essere costruito, il Bursaspor sa che non può sbagliare un’altra stagione. Perchè il 2014/2015 sarà l’anno dell’inaugurazione: serve un gruppo compatto e combattivo, altro che le pallide figurine dell’ultimo campionato concluso a metà classifica. Intanto i Coccodrilli salutano il nuovo condottiero. La dirigenza non poteva scegliere meglio: Şenol Güneş sembra l’uomo giusto, temprato da mille battaglie, in grado di far sognare i tifosi. Stavolta, senza la sciarpa del Trabzonspor

 

4 Comments on “Şenol Güneş è il nuovo allenatore del Bursaspor. Il ritorno di una leggenda

  1. Pingback: Ozan Tufan, il pilastro del Bursaspor che piace a Milan, Lazio e Udinese | Calcio Turco

  2. Pingback: Süper Lig, 17° giornata: Fenerbahçe campione d’inverno | Calcio Turco

  3. Pingback: Bilic può lasciare il Besiktas: valutati Lucescu e Gunes

  4. Pingback: Şenol Güneş saluta il Bursaspor: futuro a Istanbul!

Lascia un commento