Delusione a Istanbul: solo 1-1 tra Beşiktaş e Dynamo Kiev

Esordio in Champions League dopo 7 anni di assenza per il Beşiktaş di Güneş. Finisce 1-1 alla Vodafone Arena, e il sentimento dei tifosi locali dopo la partita è un misto tra amarezza e delusione.

IL PRIMO TEMPO – La partita inizia infatti sotto i migliori auspici per il Beşiktaş. Dominio nel possesso palla, una Dynamo Kiev schiacciata nella sua metà campo e una squadra equilibrata nel 4-2-3-1 di GüneşTalisca si aggira attorno ad Aboubakar nell’assetto offensivo, con la difesa ucraina in affanno diverse volte. Il vantaggio arriva, sospirato, al 28′: uno splendido calcio di punizione trasformato da Ricardo Quaresma porta avanti le Aquile Nere. Che sfiorano più volte il raddoppio, un rimpianto che si farà pesante nella ripresa.

CAMBIO VINCENTE – Già, perché nel secondo tempo i ritmi cambiano. Si abbassano, con la Dynamo che inizia a palleggiare nervosamente a centrocampo. Non sono quasi mai pericolosi gli avversari del Beşiktaş, ma riescono a impensierire un incerto Fabri nelle uscite. Proprio da un calcolo sbagliato dell’estremo difensore spagnolo nasce il pari della Dynamo: palla dentro, il neo-entrato Tsygankov bagna un grande esordio con il suo primo gol nella fase a gironi di Champions League. Lasciato completamente solo da una difesa non nuova a problemi sui calci piazzati, Tsygankov festeggia con i compagni e prova a lanciare la Dynamo, che si compatta e sembra un’altra squadra. Il centrocampo passa in mano agli ucraini, che gestiscono il pallino del gioco e nel finale sfiorano addirittura l’1-2. Anche Talisca, dall’altra parte, prova a dare la scossa insieme al sempreverde Quaresma, ma l’assetto di gioco (4-2-4 nel finale) provato da Güneş finisce per isolare i reparti e favorire le ripartenze avversarie. Triplice fischio, e una situazione che non volge al meglio per il Beşiktaş, atteso da due partite difficili contro il Napoli.

IL GIRONE – Dopo la vittoria roboante per 4-2 del Napoli ai danni del Benfica, la situazione vede le Aquile Nere qualificate, ma con soli 2 turni sulle spalle e la partita sulla carta più “facile”, quella in casa contro la Dynamo, “sprecata” con un pareggio. Non un bilancio positivo, per il Beşiktaş, che dovrà pensare a guardarsi le spalle mentre il Benfica avrà il doppio scontro contro gli ucraini. Portare a casa almeno 2 punti nella duplice sfida italo-turca tra GüneşSarri che si giocherà tra Istanbul e Napoli sembra un’utopia, ma dev’essere l’obiettivo delle Aquile Nere. Per puntare almeno al terzo posto nel girone, con conseguente passaggio in Europa League, obiettivo minimo e realizzabile.

Napoli 6
Beşiktaş 2
Dynamo 1
Benfica 1

Lascia un commento