Stadi – Torku Arena, la casa del Konyaspor

Per colmare il vuoto lasciato dalla fine della Super Lig, della rubrica seconda pelle e la sempre più vicina chiusura di nobili decadute abbiamo deciso in redazione di iniziare a parlare dei tempi di culto delle tifoserie turche: gli stadi. Inizieremo questo lunghissimo viaggio partendo da Konya, dove è sorta la modernissima Konya Torku Arena.

KONYA TORKU ARENA

Ubicazione: Selcuklu (Konya), Turchia centrale

Inizio lavori: 17 ottobre 2012

Fine dei lavori: 13 settembre 2014

Costo totale dell’opera: 126.450.000 (lire turche)

Architetto: Kul Bahadir – Ofis Mimarca

Proprietario: Comune metropolitano di Konya

Uso e beneficiari: Konyaspor

Capacità: 42000 posti a sedere

Terreno: 105 x 68 in erba naturale

Altre caratteristiche: copertura totale su tutti i posti a sedere e assenza di una pista di atletica leggera

STORIA

Fin dagli anni 50 il Konyaspor ha utilizzato per le sue partite casalinghe l’obsoleto Konya Ataturk Stadium e negli anni 2000 si è sentita la necessità di costruire un nuovo impianto moderno.

Dopo alcuni progetti andati a vuoto, finalmente la società nel 2009 in accordo col comune di Konya ha lanciato il progetto definitivo del nuovo stadio.

Ma solo in seguito a tre anni sono partiti i lavori, i cui costi ricordiamo sono stati a carico di comune e stato. Il 12 ottobre 2012 è iniziato un vero e proprio miracolo al cantiere di Selcuklu, tant’è che in meno di due anni è stato costruito un gioiellino, inaugurato poi nel 2014.

DESCRIZIONE

Sorto al centro di un villaggio olimpico sportivo, la Konya Torku Arena (nota anche come Yeni Konyaspor Stadyumu) rispetta ogni massimo criterio internazionale imposto da Uefa e Fifa, inoltre grazie ai suoi 42000 posti a sedere si classifica al quinto posto nella graduatoria degli stadi turchi con maggiore capienza.

Lo stadio situato nel distretto di Selcuklu può ospitare oltre al calcio anche grandi concerti e meeting, inoltre nei 450000 metri quadrati del complesso sportivo sono situati anche centri commerciali, bar, negozi e ristoranti.

Il parcheggio esterno contiene quasi 1000 posti disponibili, a cui bisogna integrare gli oltre 600 posti al coperto. La tribuna inferiore che già può ospitare 11000 persone, riserva a parte alla stampa e ai vip quasi 4000 posti.

Lo stadio all’interno è privo di pista d’atletica per rendere il pubblico il 12° uomo in campo. Come protezione per tutti i tifosi si eleva una splendida copertura in bianco e verde.

Il nuovo impianto firmato Gintas, Mimarca e Bahadir ha registrato quest’anno una media di quasi 20000 spettatori a partita, numeri che rendono il Konyaspor la terza squadra turca con maggiore presenza di tifosi allo stadio.

Il sold-out quest’anno è stato raggiunto soltanto in tre occasioni (nei match contro le big di Istanbul) ma siamo sicuri che se verrà cancellata la contestatissima ‘tessera del tifoso’ elettronica PassoLig si potrà avere sempre più spesso delle ottime cornici di pubblico.

In conclusione il terreno in erba naturale grande 105 x 68 m è stato dotato di serpentine per riscaldare il terreno in caso di forti nevicate. Verranno così evitati nuovi casi Galatasaray-Juventus e, proprio mentre in Italia gli stadi sono in gran parte scoperti e con gradoni in ferro/cemento, in Turchia si investe fortemente nell’innovazione calcistica.

Tavecchio e Malagò prendano nota…

GALLERIA