Europa League, andata dei play-off: ecco i risultati

Sorridono Canarini e Ottomani. No, non è un film di dubbio gusto né tantomeno una commedia surrealista. Fenerbahçe e Osmanlıspor mantengono alta la bandiera della Turchia in Europa, mentre fatica (come secondo pronostico) il Başakşehir.

Si riparte con l’Europa League: un altro giovedì di forti emozioni targate Turchia. Vola il Fenerbahçe, che alla prima di Dick Advocaat travolge il Grasshopper 3-0: si può davvero dire che i ragazzi del nuovo tecnico olandese siano “volati sulle ali”, dato che i gol sono arrivati tutti da giocatori di fascia. Sblocca subito Chahechouhe: l’ex Sivasspor trova la prima rete con la nuova maglia e la partita è in discesa dopo soli 4′. A chiudere i giochi penserà Stoch, un redivivo elemento che a questo punto non verrà probabilmente ceduto in prestito come programmato dall’ex allenatore Vitor Pereira. Nota importante: zero gol subìti per il Fener, che al ritorno in Svizzera può amministrare con relativa tranquillità un vantaggio ampio e confortante.

Sorrisi anche ad Ankara, dove l’Osmanlıspor tornerà dalla Danimarca nella notte. Un solido 0-1, costruito da una squadra in forma smagliante (una preparazione eccellente, mirata proprio all’obiettivo: complimenti allo staff di Akçay). Gol in trasferta, vittoria e nessun timore contro un club che l’Europa League l’ha giocata e si arrese soltanto al Manchester United. Difficile, invece, che vedremo il Başakşehir: un’altra rassegna continentale sfuma prima di cominciare, con il favorito Shakhtar Donetsk che passeggia a Istanbul. 1-2 il risultato, lo stesso che l’AZ inflisse agli arancio-blu un anno fa. Un’altra ferita che fa male, ma c’è tempo di un’impresa incredibile in Ucraina tra 7 giorni. La qualificazione sembra già compromessa, ma mai dire mai. Certo che sarà quasi impossibile, ma lo era anche ripetere un’annata da quarto posto per i ragazzi dell’ovest di Istanbul.

Lascia un commento