Europa League: bene il Beşiktaş, KO l’Akhisar, malissimo il Fenerbahçe

Serata in chiaroscuro per le squadre turche in Europa League. Crolla ancora il Fenerbahçe, KO anche per l’Akhisar Belediye all’esordio assoluto nelle competizioni europee. Si conferma invece il Beşiktaş, con un netto successo interno sul Sarpsborg.

Dopo il successo del Galatasaray martedì scorso in Champions League, ci si aspettava una buona serata anche in Europa League per il calcio turco. Così in realtà non è andata. Perché è solo il Beşiktaş ad aver soddisfatto le attese, con un 3-1 interno ampiamente atteso. Per il resto l’esordio dell’Akhisar è stato deludente, con un pizzico di sfortuna ma pur sempre un risultato negativo. Peggio ancora è girata al Fenerbahçe, steso in trasferta a Zagabria per 4-1, mai in partita e con Phillip Cocu mai realmente in bilico come in questo momento. Male in campionato, male in Europa: è già in arrivo il primo ribaltone dell’era Koç-Comolli? Lo sapremo presto, c’è già Fenerbahçe-Beşiktaş il prossimo lunedì e rischia di essere un banco di prova decisivo.
Embed from Getty Images
Lo sarà molto meno per il Beşiktaş, che nell’appuntamento a casa del giovedì delude solo nei primi 45 minuti. Parte in sordina, colpa anche di un terreno di gioco non ottimale. Nella ripresa però arriva subito l’accelerata, grazie al solito Ryan Babel, pronto a raccogliere il testimone di Negredo in attacco anche al centro del reparto. Con lo spagnolo ceduto per necessità di fair play finanziario, le opzioni in avanti sono ridotte; ed ecco che il 31enne olandese non delude, regalando l’1-0 ai suoi con uno splendido tocco sotto. Buona la prima europea anche per Ljajic, presente nel 2-0 con un assist al bacio per sigillare il suo esordio continentale al Vodafone Park. Prima rete anche per Enzo Roco, che sfrutta al massimo appunto il servizio del serbo ex Torino. Nel finale Lens ribadisce che non è serata per l’esordiente Sarpsborg, che si toglie lo sfizio di una rete fuori tempo massimo, al 94′, su calcio d’angolo. Clean sheet rovinata, ma aspettative rispettate per il BJK.
Embed from Getty Images
Non bene invece l’Akhisar, che soffre – come previsto – lo scotto della prima europea. Vince in trasferta il Krasnodar, squadra più esperta e rodata nelle competizioni continentali. Passano i russi con Claesson: suo il destro decisivo nel primo tempo. Due legni negano il pari ai padroni di casa. Ancor più negativo il debutto europeo 2018/2019 del Fenerbahçe: 4-1 contro la Dinamo Zagabria, padrona del campo e del gioco in tutti i 90 minuti. Sunjic apre le danze su errore della retroguardia turca, troppe volte in affanno e poco sostenuta da un centrocampo pigro e confuso. I grattacapi di Cocu aumentano minuto dopo minuto, mentre la Dinamo dilaga sulle fasce e al centro del campo. L’ex Galatasaray Hajrovic segna una doppietta, mentre la zuccata di Neustadter è solo un palliativo; imbarazzante ancora una volta la difesa del Fener in occasione del 3-1, emblema del momento attuale dei Canarini. Non si vedono progressi a Kadıköy. E il tempo inizia davvero a stringere, con la panchina di Cocu inevitabilmente in discussione. Arriverà una scossa? Difficile dirlo ora.
Embed from Getty Images
GRUPPO D

Dinamo Zagabria 3
Spartak Trnava 3
Anderlecht 0
Fenerbahçe 0

GRUPPO I

BJK 3
Genk 3
Sarpsborg 0
Malmoe 0

GRUPPO J

Siviglia 3
Krasnodar 3
Akhisar 0
Standard Liegi 0

Lascia un commento