Europa League: cade il Fenerbahçe, pari Osmanlıspor e Konyaspor

Non una grande serata di Europa League, almeno dopo lo splendido 2-3 che ieri sera ha portato la Turchia in alto in Champions League a Napoli. Torna con i piedi per terra la bandiera con la stella e la mezzaluna.

A “curare” gli appassionati turchi ci pensa José Mourinho, con il suo Manchester United. Nonostante l’esclusione iniziale di Zlatan Ibrahimovic, i Red Devils riescono a portare a casa una larga vittoria. 4-1 il risultato finale, con doppietta di Pogba (uno su rigore). In particolare, decisivo il crollo mentale dei Canarini in occasione dei due penalty concessi in due minuti allo United. Tatticamente schierato in maniera accorta e difensiva, il Fenerbahçe regge infatti solo per 20 minuti. Poi collassa, lasciando campo al Man United per il 3-0 di Pogba e il 4-0 di Lingard a inizio ripresa. Tempo di sorrisi solo per Robin van Persie, in rete all’83’ e applaudito da tutto lo stadio. Un bel momento di fair-play, in una serata nera per il Fener. Dopo 3 giornate, infatti, la situazione nel girone si fa drammatica. Il ritorno a Istanbul tra due settimane non fa ben sperare.

Feyenoord 6
Manchester United 6
Fenerbahçe 4
Zorya 1

Più positivo, inizialmente, l’approccio di un Konyaspor finalmente riconoscibile. La squadra di Kocaman blocca il Braga per tutto il primo tempo, andando in vantaggio con Deni Milosevic e tenendo botta alle ripartenze portoghesi. Nel secondo tempo, però, la rete di Hassan (56′) ammutolisce un’Arena colma di entusiasmo. I bianco-verdi hanno più di un piede fuori dall’Europa League, e servirà più di un’impresa a Braga per poi proiettarsi verso un’improbabile vittoria con lo Shakhtar alla 5° giornata. Il tutto, cercando poi il tutto per tutto con il Gent all’ultima. Sarà quasi impossibile, per una squadra che ha ottenuto solo un punto, nonché il primo gol assoluto in Europa proprio stasera a Konya.

Shakhtar 9
Gent 4
Sporting Braga 2
Konyaspor 1

La nota più lieta della serata turca in Europa arriva sicuramente dall’Osmanlıspor di Ankara. Gli Ottomani giocano una delle loro migliori partite, senz’altro un primo tempo da ricordare, e riescono a fermare il Villarreal contro ogni pronostico. Nella capitale turca va in scena una prima frazione surreale: doppietta di Rusescu in due minuti, dominio Ottomano e continui attacchi contro un submarino amarillo poco incisivo. Nella ripresa viene fuori la qualità gialla: il Villarreal si prende un rigore, fallito ma con rete successiva e 2-1. La superiorità numerica, ottenuta in un momento chiave della partita, farà il resto: Pato al 74′ porta a casa un punto per gli spagnoli. Osmanlıspor in corsa, seppur virtualmente penalizzato dalla sciocca sconfitta di Zurigo. Situazione aperta.

Villarreal 5
Zurigo 4
Osmanlıspor 4
Steaua Bucarest 2

Lascia un commento