Europa League: giornata difficile per le squadre turche

Non inizia al meglio l’Europa League delle squadre turche. Dopo il buon pareggio del Besiktas in Champions (1-1 a Lisbona contro il Benfica), l’Europa turca continua tra alti (pochi) e bassi (molti).

CANARINI – Si parte subito con una sorpresa: il Fenerbahçe, favoritissimo alla vigilia, fatica contro lo Zorya Luhansk. Giocavano a 900 km da casa, gli ucraini, che però non hanno trovato problemi nel causare pericoli nell’area del Fener. Al 58′ il vantaggio ucraino, a cui Kjaer risponderà soltanto al 94′ evitando una sconfitta che avrebbe pesato oltremodo sui bilanci europei dei Canarini. Un risultato pessimo, l’1-1, considerando soprattutto la vittoria del Feyenoord in casa contro il Manchester United. Serviranno super-prestazioni contro gli olandesi e la truppa di Mou, altrimenti l’Europa finirà presto per Dick Advocaat e i suoi ragazzi, ancora confusi e frastornati, nonché ultimi in campionato.

Feyenoord 3
Fenerbahçe 1
Zorya 1
Manchester United 0

AQUILE – Bene il Konyaspor, o quantomeno meglio del Fener dal punto di vista del gioco. Peccato che il risultato, alla fine, penalizzi oltremodo l’Aquila a due teste dell’Anatolia. Un gol in fuorigioco a un quarto d’ora dal termine vede lo Shakhtar espugnare un’Arena di Konya piena di gioia ed entusiasmo: i giocatori verranno comunque applauditi al fischio finale, dopo una prova di resistenza sontuosa, durata per quasi tutto il match. Konya costruisce per il futuro, peccato per il presente.

Shakhtar 3
Gent 1
Sporting Braga 1
Konyaspor 0

OTTOMANI – L’altra sorpresa (ma non troppo) della serata, nonché unico acuto per la Turchia e il suo ranking, riguarda l’Osmanlıspor di Ankara. Gli Ottomani dominano sulla Steaua, portandosi in 11 contro 10 e legittimando una superiorità schiacciante con una rete su rigore (Diabaté al 64′) e infine con un sigillo di Umar (1994, Nigeria), un grande protagonista nelle avventure dei ragazzi di Akçay, a cui va il nostro plauso. Allenatore discreto nei modi, concreto nei fatti, ha portato un gioco arioso, divertente e soprattutto adatto all’Europa ai suoi uomini. Molto bene l’Osmanlıspor, che tra le tre squadre ha il privilegio di godere di un girone obiettivamente fattibile. L’unica nota positiva, in una notte davvero difficile per il calcio turco.

Osmanlıspor 3
Villarreal 3
Zurigo 0
Steaua 0

Lascia un commento