Europa League: nottata in chiaroscuro, vince solo il Fenerbahçe

Notte agrodolce per il calcio turco. Solo il Fenerbahçe riesce a dire la sua, battendo il Feyenoord. Per il resto, tanti punti di domanda sul futuro di Osmanlıspor e Konyaspor.

LE NOTE DOLENTI – Torna l’Europa League per le squadre turche e si riparte con OsmanlısporKonyaspor. I ragazzi di Ankara perdono sorprendentemente in Svizzera, contro lo Zurigo capolista di Challenge League (seconda serie svizzera). Prestazione deludente, con una forma fisica da rivedere e un ritmo di gioco bassissimo per i ragazzi di Akçay, a tratti irriconoscibili. Proprio l’ex allenatore del Trabzonspor perde l’imbattibilità europea che manteneva da 19 partite. Un record che cade, nel modo peggiore. Anche il Konyaspor si ritrova in una situazione precaria: 2 KO su 2 partite di Europa League, e la qualificazione che già diventa quasi impossibile. Per le Aquile dell’Anatolia arriva un KO da parte del KAA Gent, che domina il match fin dall’inizio e legittima la superiorità già nel primo tempo con le marcature di Saief e Neto. Nessuna nota positiva, mentre almeno per l’Osmanlıspor ci sono sorrisi per il debutto europeo con gol del neo-acquisto Maher.

UN SORRISO DA ISTANBUL – Si impone invece contro i pronostici il Fenerbahçe. Un Feyenoord gagliardo e primo in Eredivisie viene fermato dalla (attualmente) 7° forza di Süper Lig, che scopre sull’ala la verve straordinaria di Jeremain Lens e si affida ancora alla mediana Souza-Topal-Tufan, la base su cui Pereira impostò il Fener della scorsa stagione. Advocaat riprende l’asse di centrocampo più bilanciato possibile e vi aggiunge l’infallibile Emenike come perfetto terminale offensivo, pronto a rilasciare il destro nel momento migliore su assist di Tufan. Risulterà determinante, alla fine, proprio la rete del nigeriano. 1-0, come l’anno scorso contro l’Ajax, un altro risultato determinante. Fenerbahçe addirittura primo nel girone, ma ora arriva il Manchester United. Passi avanti, però, si sono visti. È un inizio, in una notte che verrà ricordata per il ritorno (con scrosci di applausi) dell’amato ex Dirk Kuyt.

Gruppo A

Fenerbahçe 4
Feyenoord 3
Manchester United 3
Zorya 1

Gruppo H

Shakhtar Donetsk 6
Gent 4
Sporting Braga 1
Konyaspor 0

Gruppo L

Villarreal 4
Osmanlıspor 3
Zurigo 3
Steaua Bucarest 1

Lascia un commento