Europa League, vittorie per Trabzonspor e Karabükspor nell’andata dei preliminari

UEFA-Europa-League

Serata positiva per il calcio turco: in Europa le compagini di Super Lig hanno risposto bene alla pressione dei preliminari di Europa League, ultimo scoglio prima della fase a gironi.

Tutta l’attenzione, alle 20, era rivolta al nuovo Trabzonspor di Vahid Halilhodzic, rivoluzionato da mercato e Foreigner Rule. Le richieste dell’allenatore, che ha sorpreso il mondo in occasione di Brasile 2014 alla guida dell’Algeria, sono state soddisfatte: la prova del campo, però, era ancora tutta da verificare. Invece la squadra ha già una buona intesa, giocatori come ConstantBelkalemCardozo sono entrati bene nei meccanismi del malleabile 4-3-2-1 di Halilhodzic. L’avversario russo, il Rostov, ha pagato la poca esperienza europea. Ha comunque mostrato grande verve, dopo l’impresa in Coppa di Russia la scorsa stagione. Tuttavia, la superiorità del Trabzonspor si è vista in diverse fasi del match. Tra cui i calci piazzati: proprio su un corner va in vantaggio la formazione turca, con uno dei nuovi acquisti, Carl Medjani.

Il tap-in dell’algerino chiude il primo tempo sull’1-0, ma il Trabzonspor non ha intenzione di andare in trasferta in Russia con uno scarto così risicato. Nella ripresa arriveranno altre occasioni, con l’acclamatissimo Oscar Cardozo che al 73′ farà esplodere l’Avni Aker. E’ il suo primo gol in maglia azzurro-granata, i tifosi sono convinti che ne vedranno tantissimi altri. Magari nella gara di ritorno, dove sarà fondamentale non abbassare la guardia.

constant cardozoL’ottima prova del Trabzonspor non è l’unico sorriso per il mondo del calcio turco, stasera. L’Europa League potrebbe vedere ancora il Karabükspor, nelle prossime fasi. Le Fiamme Blu, sfavorite alla vigilia, hanno incantato il pubblico di casa del Neçmettin Seyhoglu Stadium, battendo il Saint-Etienne per 1-0.

Il primo tempo inizia sotto il segno delle Mavi Ates, infiammate dal (quasi) tutto esaurito. I movimenti di Ahmet Ilhan Ozek, aiutati dal buon lavoro di un onnipresente Abdou-Razack Traorè, liberano spesso l’attaccante Domi Kumbela. Proprio la punta ex-Eintracht deciderà la partita, grazie ad un destro meraviglioso da 25 metri che bacia il palo e gonfia la rete.

kumbela karIl Neçmettin Seyhoglu scoppia di gioia, il Karabükspor riesce addirittura a contenere il gioiello turco Erdinç, avversario scomodo nell’attacco del Saint-Etienne. Al ritorno sarà tutta un’altra musica, ma le Fiamme Blu hanno sorpreso tutti per la facilità con cui è arrivata la vittoria. Merito ovviamente dell’allenatore, Tolunay Kafkas, autore di quel settimo posto nella scorsa stagione. Sembrava un miracolo, un po’ come l’accesso casuale all’Europa League per la doppia squalifica di EskisehirSivas, oltre che per la licenza UEFA non concessa al Kasimpasa. Le Mavi Ates stanno dimostrando di voler onorare l’impegno, alla grande. Sorprendendo tutti. In Francia, tra 7 giorni, ne sapremo di più.

 

Lascia un commento