Turkish Airlines Cup: vince il Galatasaray, Celtic sconfitto ai rigori

thy_cup_1000px

Fernando Muslera è l’eroe di serata: il Galatasaray vince ai rigori contro il Celtic Glasgow grazie ad una parata dell’uruguaiano. L’ultimo rigore, segnato da Riera, ha dato il via alla festa: l’ottimo clima sugli spalti, creato dai tifosi di ambo le parti, ha fatto il resto.

Antalya ospita molte squadre di Super Lig nella sosta invernale: il clima mite della costa sud della Turchia ha attirato tutti i ritiri dei maggiori club. Il torneo all’Akdeniz è la ciliegina sulla torta. Grande partecipazione di pubblico e ottime prestazioni in campo. Insomma, la Turkish Airlines Antalya Cup ha sconfitto gli scettici e ha regalato un po’ di calcio in un periodo piuttosto vuoto. Un’ottima notizia, vista la pausa: quel 24 gennaio in cui ricomincerà la Super Lig con Kasimpasa-Karabukspor sembra un po’ più vicino.

Ma andiamo con ordine: la finale Galatasaray-Celtic era il piatto forte di giornata. Dopo la vittoria del Trabzonspor nella serata di ieri che ha conferito il terzo posto agli uomini di Trebisonda, oggi tutti gli occhi erano su Izet Hajrovic, titolare per la prima volta con la maglia giallorossa. I ritmi bassi della finale non ne hanno evidenziato particolari caratteristiche, ma il giovane bosniaco ha mostrato un buon sinistro e soprattutto una crescente intesa con i compagni, tra cui si è distinto il (forse) partente Amrabat. Bene anche il Celtic che si fa vedere spesso con Pukki. Nella ripresa vanno in campo le formazioni titolari, ma i ritmi non crescono come ci si aspetterebbe. Il vero spettacolo è sulle tribune: l’atmosfera caldissima creata dai tifosi del Galatasaray è apprezzata anche dai tifosi ospiti. La partita scivola pian piano verso i calci di rigore, dove decide Muslera con una parata delle sue. Tra i compagni dei Galatasaray non sbaglia invece nessuno, anche se il rigore di Burak Yilmaz bacia il palo e fa tremare i supporter giallorossi.

La Coppa va al Galatasaray, anche se non manca un curioso aneddoto: pare che nel riscaldamento pre-gara il trofeo sia caduto dal piedistallo e si sia rotto. Dunque la Coppa va, per ora, metaforicamente al Gala. La coppia fisica arriverà in seguito…

Lascia un commento