Besiktas-Fenerbahçe 0-2: Emenike e Sow trascinano i gialloblù

Il clima non è quello delle grandi occasioni (lo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul è ben lontano dall’essere tutto esaurito), ma Besiktas e Fenerbahçe hanno intenzione di dare tutto per avere i 3 punti. Il quarto derby della ex-Costantinopoli in 2 settimane inizia davvero col botto…

Tensione, rabbia, risse e poco spettacolo sul campo: questo è il copione di quasi tutti i derby di Istanbul. Stavolta, però, a parlare è il pallone. Dai piedi di Alper Potuk, fin dai primi istanti: il giovane centrocampista turco scatta sulla fascia sinistra dopo 3 minuti e serve Emenike, solo in mezzo all’area. Il nigeriano la piazza, ed è subito 1-0 per gli ospiti. Un abbraccio veloce con l’allenatore Ismail Kartal, per fugare le polemiche delle scorse settimane; e si riparte, con i ritmi alti di una partita che vuole essere tale.

Il Besiktas fatica a reagire, le occasioni più ghiotte capitano quasi sempre al FenerbahçeCaner Erkin si rende pericoloso più di una volta, costringendo Zengin a fare gli straordinari. Si fa sentire l’assenza dello squalificato Gokhan Tore, tra le fila del Besiktas. E il nervosismo, che porta Olcay Sahan a commettere troppi falli: il trequartista verrà espulso dall’arbitro Yildirim al 43′, tra le polemiche dei padroni di casa. Il pubblico non è soddisfatto, quando arriva l’intervallo: il dominio del Fenerbahçe è netto, lo spettro della coppia Gala-Fener in cima alla Super Lig rischia di materializzarsi.

fb bjk

Per questo, e per cercare di ritrovare concretezza, Slaven Bilic decide di giocarsi la carta Sosa: l’ex-Atletico Madrid entra in campo all’inizio della ripresa. Il Fenerbahçe gestisce, inserendo Sow nella mischia. L’opportunità più importante è sempre dei gialloblù, con Emenike che si divora una rete a tu per tu con Zengin al 65′. Il resto della partita scorre con intensità, mentre gli interventi duri iniziano a sovrastare il gioco palla a terra. Demba Ba va vicino alla rete al 75′, ma il Besiktas non si rende mai davvero pericoloso. Ozyakup viene sostituito da Koybasi, con Bilic che inizia a pensare all’appuntamento di Europa League giovedì contro il Partizan. Viene fatto riposare anche Kavlak, rimpiazzato da Pektemek. Uno dei pochi brividi nasce dai piedi di Sow, che segna con una splendida rovesciata, ma in netta posizione di fuorigioco.

Nel finale Kartal inserisce Selçuk Sahin al posto di un ottimo Alper Potuk, cercando di contenere il risultato. All’85’ ci prova il Besiktas in mischia, ma Demirel respinge con affanno. Successivamente, Kuyt va a pressare Koybasi, portandogli via il pallone: Emenike si fionda sulla sfera, e serve Sow, da solo davanti a Zengin. Il tocco morbido del senegalese porta il risultato sul 2-0: il derby è gialloblù, nonostante l’errore negli istanti finali da parte di Meireles. Anche Pektemek va a pochi passi dal gol, su un rinvio maldestro di Demirel. I 5 minuti di recupero sono una formalità, con il Fenerbahçe che mantiene palla in attesa del triplice fischio. Finisce così, 2-0 per i Canarini di IstanbulKartal si gode l’aria rarefatta in cima alla classifica, alla pari con il Galatasaray di Prandelli.

CLASSIFICA DELLA SUPER LIG (DOPO 8 GIORNATE):

Fenerbahçe 16
Galatasaray 16
Akhisar 14
Besiktas 14
Bursaspor 13
Mersin 13
Kasimpasa 12
Gaziantepspor 12
Istanbul Basaksehir 11
Gençlerbirligi 11
Rizespor 10
Trabzonspor 9
Kayseri Erciyesspor 8
Karabukspor 7*
Konyaspor 6*
Eskisehirspor 6*
Sivasspor 5
Balikesirspor 4*

*una partita in meno

One Comment on “Besiktas-Fenerbahçe 0-2: Emenike e Sow trascinano i gialloblù

  1. Pingback: Süper Lig, 8° giornata: derby-weekend, Fenerbahçe e Galatasaray in testa | Calcio Turco

Lascia un commento