Non basta Almeida, Besiktas 1-1. A vincere è il Fenerbahçe

almeida

 

Si chiude un’intensa giornata di Süper Lig ancora all’insegna dei colori del Fenerbahçe. L’ennesima rimonta dei canarini gialli, che stavolta a Rize ringraziano uno strepitoso Webò, allunga ulteriormente gli spazi in classifica.

Già, perchè tra le inseguitrici vince solo il Galatasaray. Si ferma il Kasimpasa, cade il Trabzonspor che viene raggiunto persino dall’Eskisehir, squadra dalle divise rossonere che agguanta il quinto posto con un netto 2-0 ai danni dei nerazzurri del Kayseri Erciyes: una sorta di derby milanese alla turca, insomma.

Ma le speranze dei tifosi anti-Fenerbahçe erano riposte sul Besiktas impegnato ad ospitare il tignoso Sivasspor, avversario ostico per la qualità di gioco espressa, non certo per la difesa colabrodo. Il primo tempo è infatti un assedio bianconero: Hugo Almeida porta subito in vantaggio i suoi, superando tra l’altro Chahechouhe proprio del Sivas in classifica marcatori. Sfonda anche nel look l’attaccante portoghese, le cui foto con i baffi hanno spopolato nei social network. Contestato invece l’arbitro, due gli episodi più discussi: un tackle duro su Almeida lanciato verso la porta e una “parata” di mano di un difensore sul tiro di Hutchinson. Nessun rigore, si va all’intervallo sull’1-0. Clamorosamente, perchè sarebbe potuto essere tranquillamente 4 o 5 a zero. Invece no: il Sivasspor non molla, galvanizzato dalla possibilità di portare a casa un punto vitale. E così è: Manuel Da Costa porta le maglie rosse ad agganciare il Trabzon e l’Eskisehir al quinto posto. Roberto Carlos a fine partita è soddisfatto, tornando a casa da Istanbul con un punto. Accigliato Bilic: sul Besiktas pesa quel primo tempo di occasioni sciupate.

fenerbahce

E così gode il Fenerbahçe, che dall’alto dei suoi 35 punti comanda la classifica. In attesa della prossima giornata: la Süper Lig è sempre piena di sorprese dietro l’angolo e anche mollare per un secondo può mandare all’aria mezza stagione. Ne sa qualcosa la rivelazione della prima parte di campionato, quel Rize che ormai non fa più punti. Era secondo, ora è quintultimo. Ma guardiamo nei dettagli la classifica della Süper Lig dopo 14 giornate:

Fenerbahçe 35
Kasimpasa 27

Besiktas 26
Galatasaray 26
Eskisehir 23
Sivas 23
Trabzon 23
Karabuk 20
Akhisar 19
Bursa 19
Antalya 18
Gaziantep 17
Konya 16
Rize 15
Genclerbirligi 14
Kayseri Erciyes 12
Kayseri 10
Elazig 7

Salta all’occhio la forbice tra Fenerbahçe e “Resto della Süper Lig”. Evidente anche l’effetto Mancini, comunque. Galatasaray terzo, anche se forse più per demeriti altrui. Adesso l’attenzione di tutta la Turchia si sposta sull’Europa. A Istanbul c’è la Grande Sfida tra Galatasaray Juventus: si decide tutto lì, in una notte. Giovedì poi a Roma arriva il Trabzonspor, per ribadire il primo posto nel girone di Europa League. La Lazio di questi tempi non è un avversario impossibile. Ne vedremo delle belle…

Lascia un commento