Ritorna la Süper Lig: sbagliano quasi tutte, vince solo il Fenerbahçe

É finalmente tornata la Süper Lig turca, dopo un’estate che ha visto la prematura uscita dalle competizioni europee da parte dello Yeni Malatyaspor (da parte del Partizan). Con il ranking UEFA turco che rischia sempre di più (tanto passerà dal playoff di questi giorni tra Trabzonspor e AEK) i pensieri che aleggiano attorno al campionato non sono i più positivi, per ora.

Tante le domande, e poche le risposte. Questo il lascito di questa prima giornata, che ci ha regalato una miriade di sorprese, soprattutto arrivate da formazioni dell’Anatolia, ma poche certezze. Preoccupano senz’altro in ottica europea le prestazioni di GalatasarayBeşiktaş e Başakşehir, tutte e tre reduci da un weekend da incubo e incredibilmente, seppur in maniera provvisoria, se ne stanno sul fondo della classifica insieme al neopromosso Gazişehir, troppo impalpabile e al primo vero assaggio di Süper Lig per essere realmente giudicabile.

Embed from Getty Images

Ma andiamo con ordine. È il Galatasaray campione in carica a inaugurare la nuova stagione, con una trasferta a Denizli per sfidare il neopromosso Denizlispor, carico a pallettoni anche grazie all’acquisto del colombiano Hugo Rodallega, calato fin da subito alla grande nella sua nuova realtà. Anche Rodallega finisce sul tabellino, per una netta vittoria dei padroni di casa che iniziano alla grandissima il nuovo corso nella massima divisione. Stupisce tutti anche l’ottimo Sivasspor, che demolisce il nuovo Beşiktaş di Abdullah Avcı con un netto 3-0 e mette tanta pressione sul neo-allenatore dei bianconeri, subito criticato per le sue scelte.

Embed from Getty Images

Non se la passa meglio il suo ex Başakşehir, ora passato sotto la guida tecnica dell’allievo Okan Buruk, crollato sotto i colpi dello Yeni Malatyaspor, gagliardo già al ritorno contro il Partizan (in cui l’1-0 non è bastato, in virtù del KO per 3-1 maturato a Belgrado). Un gigantesco Guilherme in cabina di regia, coadiuvato da uno Jahovic freddo sotto porta, hanno regalato una ripresa da manuale alla squadra di Malatya che sogna il ritorno, stavolta più lungo di due settimane estive, in Europa.

Embed from Getty Images

Testa all’Europa League invece per il Trabzonspor, che nonostante parecchie occasioni non riesce ad avere la meglio di un Kasımpaşa sempre rognoso, che blocca la squadra di Karaman sull’1-1 finale. Tra le Tempeste del Mar Nero da segnalare l’ottima forma dell’ex attaccante del Crystal Palace Sorloth, grande sorpresa già nel doppio turno contro lo Sparta Praga, ora confermatosi in campionato. Tante, anche qui, le domande: l’imminente arrivo di Sturridge può forse essere un problema, in quest’ottica, per gli equilibri a Trebisonda.

Embed from Getty Images

A sorridere quindi, tra le grandi, è il Fenerbahçe, che demolisce i sogni del neoarrivato Gazişehir Gaziantep con un perentorio 5-0, maturato in gran parte nel primo tempo anche grazie a tre calci di rigore (di cui uno, peraltro, sbagliato da Victor Moses). In cabina di regia un sontuoso Emre Belözoğlu dimostra ancora una volta che “age is just a number“, e in attacco promette fuoco e fiamme il possibile futuro tandem tra la giovane promessa Ferdi Kadıoğlu e il bomber ex Rizespor Vedat Muriqi.

RISULTATI

Denizlispor – Galatasaray 2-0 (75′ Niyaz, 90′ Rodallega)

Gençlerbirliği – Rizespor 0-1 (66′ Melnjak)

Sivasspor – Beşiktaş 3-0 (30′ Yandaş, 54′ Yatabaré, 76′ Kilinç)

Kayserispor – Alanyaspor 0-1 (85′ Cissé)

Konyaspor – Ankaragücü 0-0

Yeni Malatyaspor – Başakşehir 3-0 (68′ Guilherme, 88′ Jahovic, 90′ Fofana)

Kasımpaşa – Trabzonspor 1-1 (34′ Sorloth, 40′ Kara)

Göztepe – Antalyaspor 0-1 (29′ Diego Angelo)

Fenerbahçe – Gazişehir Gaziantep 5-0 (6′ rig. Moses, 17′ Muriqi, 24′ rig. Belözoğlu, 74′ Dirar, 88′ Kadıoğlu)

CLASSIFICA

Fenerbahçe 3
Sivasspor 3
Yeni Malatyaspor 3
Denizlispor 3
Antalyaspor 3
Rizespor 3
Trabzonspor 1
Kasımpaşa 1
Ankaragücü 1
Konyaspor 1
Kayserispor 0
Gençlerbirliği 0
Göztepe 0
Galatasaray 0
Beşiktaş 0
Başakşehir 0
Gazişehir Gaziantep 0

Lascia un commento