Süper Lig, 5° giornata: Göztepe, Kayseri e Akhisar salgono in classifica

Sorprese e conferme. La Süper Lig continua la sua corsa con la 5° giornata, arrivata in Turchia dopo un’intensa settimana di calcio europeo.

La vittoria del Beşiktaş, il pareggio del Başakşehir e la deludente sconfitta del Konyaspor in Europa hanno caratterizzato la vigilia di questa nuova giornata di calcio. Tanti i temi, a partire dall’inseguimento in cima alla classifica, al momento un affare in mano al Galatasaray (ancora vittorioso, ancora con Gomis – 7 gol in 5 partite per il francese). Risponde nel posticipo il Beşiktaş, che insegue grazie al solito Tosun e a un ispirato Quaresma. Per il Başakşehir inevitabile pagare lo scotto delle partite giocate in infrasettimanale, una nuova abitudine a cui i periferici dovranno abituarsi presto.

Al terzo posto con gli arancio-blu troviamo diverse sorprese: Göztepe, Kayseri e Akhisar si prendono la copertina di questa giornata a causa delle loro inattese prestazioni. La neopromossa di Smirne sorprende – ma non troppo – con il suo gioco spumeggiante e variegato, i giallorossi della Cappadocia beneficiano della cura Sumudica e i ragazzi di Buruk raccolgono i frutti di un lavoro certosino iniziato verso la fine della scorsa stagione. Il nuovo stadio certificherà che “piccolo è bello”, un mantra per l’Akhisar, che da anni viene dato per retrocesso all’inizio di ogni stagione e puntualmente a fine settembre ha già smentito tutti.

Torna a ruggire il Fenerbahçe, con la prima rete di Jonsson e una doppietta di Valbuena. Troppo morbido l’approccio dell’Alanyaspor che concede spazi e tempi di gioco ai Canarini gialli. Riscatto mancato invece per Antalyaspor (KO a Kayseri) e Trabzonspor (pari contro l’IBFK). Si rialza invece il Bursaspor di Paul Le Guen, che inaugura la nuova arena di Malatya infliggendo allo Yeni Malatyaspor un 2-4 molto meno combattuto di quanto dica il punteggio. Crisi nera, infine, per le due di Ankara. Entrambe hanno già cambiato allenatore e la possibile doppia retrocessione delle squadre della capitale può sbaragliare la geografia (e la storia) del calcio turco. Facendo emergere, forse, fantasmi del passato. Di quando, negli anni ’80, fu evitata (con il volere del governo) una retrocessione che suonava come un’onta, per una capitale che spesso non si è sentita tale nel corso della storia turca. Altri tempi, forse.

RISULTATI

Kayserispor-Antalyaspor 2-0 (1′ Badji, 77′ Bulut)

Yeni Malatyaspor-Bursaspor 2-4 (12′ Troost-Ekong, 45′ Batalla, 48′ Kembo-Ekoko, 63′ Stancu, 76′ Boutaib, 80′ Dening)

Akhisar-Karabükspor 2-1 (6′ Grozav, 27′ Henrique, 58′ rig. Aydoğdu)

Galatasaray-Kasımpaşa 2-0 (44′ e 79′ Gomis)

Başakşehir-Trabzonspor 2-2 (15′ rig. e 49′ Yılmaz, 36′ rig. Belözoğlu, 79′ Erdinç)

Osmanlıspor-Sivasspor 2-4 (3′ rig. Koné, 10′ e 23′ Çürüksu, 34′ Kılınç, 45′ e 46′ Bifouma)

Alanyaspor-Fenerbahçe 1-4 (17′ Janssen, 42′ Akbaba, 45′ e 90′ Valbuena, 60′ rig. Giuliano)

Göztepe-Gençlerbirliği 3-2 (36′ Scarione, 38′ Bingöl, 41′ Skuletic, 76′ Jahovic, 87′ Özkan)

Beşiktaş-Konyaspor 2-0 (10′ Tosun, 66′ Quaresma)

CLASSIFICA

Galatasaray 13
Beşiktaş 13
Göztepe 10
Kayserispor 10
Başakşehir 10
Akhisar 10
Bursaspor 9
Fenerbahçe 8
Trabzonspor 8
Kasımpaşa 7
Sivasspor 6
Karabükspor 5
Yeni Malatyaspor 4
Alanyaspor 4
Konyaspor 3
Antalyaspor 3
Gençlerbirliği 1
Osmanlıspor 1

Lascia un commento