Galatasaray-Fenerbahçe 1-0, Podolski decide la Coppa di Turchia

La Coppa di Turchia è del Galatasaray. La decide Lukas Podolski con un colpo di testa su calcio d’angolo a fine primo tempo, in un match avaro di emozioni e ricco di tensione.

PRIMA FRAZIONE – Ad Antalya il tifo è carico da entrambe le parti, con il Fenerbahçe che vuole negare al Galatasaray il fondamentale pass europeo che farebbe scattare la squalifica UEFA per un anno. Rinviare questo avvenimento di una stagione sarebbe l’equivalente economico di un crack finanziario per le casse già in difficoltà del Gala, che parte forte sotto la guida di Jan-Olde Riekerink. Dopo il deludente sesto posto in campionato il Galatasaray punta tutto sulla Coppa nazionale, che da due stagioni è a esclusivo appannaggio degli uomini Cimbom. Anche questa stagione sembra seguire il trend, dal momento in cui Lukas Podolski insacca di testa l’assist di Denayer sugli sviluppi di un corner. 1-0, partita in saccoccia per il Galatasaray che gestisce sino al 45′.

LA RIPRESA – Tutto sembra cambiare al 45′, dopo 15 minuti, quando Sneijder dà forfait per infortunio. Riekerink tiene a rapporto i suoi uomini e dà indicazioni, mentre dall’altra parte Pereira toglie van Persie per inserire Fernandao. Scelta tecnica, una chiara bocciatura per l’attaccante olandese che può tornare sul mercato. Il Fenerbahçe non è mai aggressivo, nonostante il passivo, e regala campo al Galatasaray, che a sua volta non ha nessuna fretta di accelerare i ritmi. Il risultato è una partita che progredisce stancamente verso il 90′, con l’unico sussulto arrivato da uno stacco di Abdoulaye Ba che stampa il pallone sulla traversa. Sempre 1-0 al 90′, il Galatasaray può festeggiare l’accesso al ticket UEFA che farà applicare immediatamente la squalifica relativa alla stagione 2016-2017. Da metà 2017, se rispetta i criteri del Fair Play Finanziario, il Gala potrà già tornare a sognare l’Europa. Questo è il più grande risultato della gestione Jan-Olde Riekerink, tecnico ad interim che ha lasciato una lieve, ma percettibile, impronta. Dall’altra parte Vitor Pereira vede scure ombre annebbiarsi sul suo futuro, con campionato e coppa lasciati ai rivali BesiktasGalatasaray. Tempi duri per il portoghese, che sarà senz’altro investito da voci di mercato. La stagione estiva inizia già da domani, e le prospettive per l’allievo di Mourinho non sono buone.

Lascia un commento