Calcioturco Scout – Çağlar Söyüncü, classe ’96 dell’Altinordu

Nome: Caglar Soyuncu

Squadra: Altinordu Sk

Ruolo: difensore

Data di nascita: 23 maggio 1996

Altezza: 188 cm

Chiusure difensive, talento e vizio del gol sono tre abilità che caratterizzano il miglior talento della difesa della Turchia U19. Ma chi è questo giovane prospetto del calcio turco? Stiamo parlando di Caglar Soyuncu.

Caglar nasce a Izmir il 23 maggio 1996 e dieci anni più tardi entra nell’academy del Menemen Bld. Cinque anni dopo lascia la squadra del distretto di Menemen, per accasarsi nelle giovanili del più blasonato Bucaspor.

Ma dopo solo due anni l’allora sedicenne Soyuncu chiude con il calcio giovanile, per entrare nella prima squadra del Bozyaka Yesiltepe. Nel 2013 cambia casacca firmando con il Gumusordu, in quinta divisione, dove esplode attirando l’attenzione dell’Altinordu, club che lo tessera poi nell’estate 2014.

Con i rossoblu di Izmir, il talento classe 1996 ha messo a referto negli ultimi mesi 14 presenze da professionista tra 1.Lig e Turkiye Kupasi, in cui è andato a segno due volte.

Ultimamente per lui sono fioccate diverse convocazioni delle giovanili turche, segno che il giocatore è sulla strada giusta per farsi notare da qualche club più importante dell’Altinordu.

CARATTERISTICHE

Caglar Soyuncu è un difensore centrale di piede destro dotato di ottima forza fisica abbinata ad un’intelligenza tattica fuori da comune ed a una buona rapidità.

Il difensore è stato forgiato caratterialmente dalle sue esperienze calcistiche in Bolgesel Amator Lig, in cui è riuscito a reggere il peso e le responsabilità di una prima squadra, nonostante i soli 16 anni dell’epoca.

Soyuncu è inoltre abilissimo nel colpo di testa, nei tackle in scivolata e nell’impostare il gioco coi piedi.

In difesa sulle palle alte si fa rispettare, mentre risulta devastante nelle mischie in area avversaria durante i corner o i calci da fermo.

Il carattere c’è così come le qualità, ma per la definitiva prova del nove per questo talento sarà necessario che calchi palcoscenici e piazze più importanti rispetto all’Altinordu, con conseguenti maggiori pressioni e aspettative.