Calcioturco Scout – Wato Kuaté, ’95 passato da Akhisar e Manchester City

Nome: Guirlain Desiré Wato Kuaté
Squadra: Akhisar Belediyespor
Ruolo: Mediano, all’occorrenza centrocampista centrale o stopper
Data di nascita: 19 settembre 1995
Altezza: 1,87 m

watu kuate

L’uomo senza un paese di nascita, dalle origini incerte e dal passato nebuloso: questo (e molto altro) è Wato Kuaté, uno dei tanti personaggi ambigui dal passaporto portoghese. Di nascita, però, è camerunense: cresciuto in Africa e notato nelle academy del Camerun dai talent scout di alcuni club inglesi, viene presto convinto a prendere il volo più importante della sua vita, quello verso l’Europa. E’ infatti arrivata la chiamata del Manchester City.

Nell’academy del club, in quegli anni travolto da un autentico terremoto societario (quello della fallimentare e mai chiara gestione Shinawatra), cresce il giovane Wato Kuaté. Il già citato fatto di non avere alcun luogo di nascita, per il “figlio dell’Africa”, è già indicativo del turbolento passato che finirà per investire più volte il suo presente.

Kuaté mostra colpi interessanti e cresce velocemente a Manchester, dove tra alti e bassi si fa notare da altri club nei tornei giovanili. Tant’è che, spinto dalla sua procura (l’azienda GesFut, da non confondere con la più celebre Gestifute di Jorge Mendes, potentissimo agente che collabora con alcuni club anche in Turchia) sceglie di lasciare il City per tentare un’avventura di vita proprio in Super Lig. Curiosamente, proprio in uno dei territori di Jorge Mendes, l’Akhisar Belediyespor in cui ora è arrivato Roberto Carlos.
wato kuate firma akh

Kuaté non è un ragazzo semplice da gestire, come dimostrato dal suo burrascoso – e mai compreso del tutto – addio al Man City. All’Akhisar però parte bene, sotto lo sguardo vigile di uno che con i giovani ci sa fare: Hamza Hamzaoglu. Tuttavia, con la nuova stagione arrivano altri problemi per il camerunense dal passaporto portoghese: un alterco con Akçay lo mette ai margini del club, che decide di sciogliere il suo contratto l’8 dicembre 2014 anche a causa delle restrittive normative relative al tesseramento dei giocatori stranieri. Da quattro mesi il giovane Wato Kuaté che prometteva fuochi d’artificio al Manchester City è così ufficialmente svincolato.

CARATTERISTICHE

Alto e prestante, Wato Kuaté si è fatto notare nel vivaio degli skyblues grazie a diverse caratteristiche che ne hanno accompagnato lo sviluppo. Il talento classe ’95 è forte nel possesso palla, così come imperioso nei colpi di testa. Ha una forza fisica impressionante: il suo fisico è paragonabile a quello di un grandissimo centrocampista come Patrick Vieira, suo chiaro modello e mentore nel vivaio del City.

Purtroppo, come la sua storia ha dimostrato ampiamente, non è riuscito a crescere sia dentro che fuori dal campo. Sia al City che all’Akhisar è caduto dal punto di vista caratteriale; ma siamo sicuri che, grazie alla supervisione della sua agenzia di procuratori, riuscirà a trovare una sistemazione (ci sono offerte sul tavolo da parte di club greci, portoghesi e ciprioti). A quel punto Kuaté non avrà più margini di fallimento: sarà il momento decisivo per capire se il suo potenziale, visto nelle giovanili del Man City, potrà sbocciare. Altrimenti il figlio dell’Africa è destinato nuovamente a crollare su se stesso e sui consigli sbagliati del suo entourage.