Nobili decadute – Istanbulspor AS

Benvenuti amici lettori alla scoperta di una nuova nobile decaduta, oggi andiamo virtualmente ad Istanbul, il principale centro industriale, finanziario sportivo e culturale della Turchia.
Scopriremo l’İstanbulspor AŞ, una delle tante squadre della ex-Costantinopoli ad aver militato per molti anni nella Super Lig turca.

Istanbulspor

Non solo Galatasaray, Besiktas e Fenerbahçe. Parte del cuore di Istanbul si nasconde nell’IAS, club giallonero fondato nel 1926.

FONDAZIONE E PRIMI ANNI

La società fu fondata nel Gennaio 1926 da Kemal Halim Gürgen e da alcuni studenti della High School di Istanbul. Il gruppo iscrisse la squadra nella İstanbul Futbol Ligi, il campionato locale della zona. A causa della forte concorrenza di grandi corazzate quali Besiktas, Galatasaray e Fenerbahçe, il club fece fatica ad emergere e primeggiare nella lega locale, vincendo il titolo soltanto in un’occasione cioè nell’annata 1931-32. In quell’anno, dopo una lotta serrata con il Küçükçekmecespor SK, la compagine di Istanbul conquistò finalmente il suo primo trofeo della sua storia.

SUPER LIG

Come vi abbiamo raccontato nelle altre puntate di Nobili decadute, il calcio in Turchia si divide nettamente in due periodi storici. E’ sempre necessario ricordare che nella stagione 1958-1959 ci fu una svolta epocale, in cui si decise di unire tutte le migliori competizioni calcistiche locali in un’unica lega nazionale denominata Milli Lig.
Il team di Istanbul venne ammesso e inserito nel gruppo bianco che comprendeva allora l’Ankaragucu, il Ttnet Beykozspor, l’Hacettepe, l’Altay SK, l’İzmirspor, il Besiktas ed il Fenerbahçe. Il debutto nella nuova super lega turca fu da incubo, con la squadra sempre inchiodata all’ultimo posto classifica: soltanto la mancanza di una seconda divisione salvò l’Istanbulspor AS dalla retrocessione.
L’anno successivo i gironi vennero uniti in uno unico da 20 squadre, e la società si presentò ai nastri di partenza con un roster ben più competitivo rispetto alla prima stagione. Questo sforzo valse la conquista di un buon 6° posto. A questa buona annata seguirono due stagioni mediocri, in cui la squadra arrivò 14° e 13°.

Nel 1962-63 il campionato ritornò a 2 gironi, con l’Istanbulspor AS che terminò 3° nel gruppo bianco. La stagione successiva arrivò l’ennesima rivoluzione strutturale del torneo, con lo scioglimento dei gironi a favore di un gruppo di 18 squadre. La compagine di Istanbul non tradì le attese, conquistando un comodo 6° posto. Nel 1964-65 il club riuscì addirittura a migliorare il sesto posto dell’anno prima, agguantando il 5° posto. Nella stagione seguente il team di Istanbul ebbe un crollo di risultati: la squadra ottenne la salvezza solo all’ultima giornata. Eppure, il peggio doveva comunque ancora venire.

Nel 1966-67 i gialloneri, dopo una partenza a rilento, non riuscirono a schiodarsi dal terz’ultimo posto che costò al club la retrocessione in seconda serie. L’anno successivo, con l’aiuto di nuovi innesti, la compagine di Istanbul vinse il campionato dopo una lotta serrata contro il Denizlispor, e tornò immediatamente in massima serie. Nel triennio 1968-1971 il club ottenne tre piazzamenti a metà classifica in Super Lig a cui seguì nel 1971-1972 un brutto penultimo posto, che costò un ‘altra retrocessione in 1.Lig.

DALLE STELLE ALLE STALLE

L’impatto in seconda divisione fu pessimo. L’Istanbulspor AS, dopo un piazzamento di metà classifica nella prima stagione, ottenne prima un 14° posto ed in seguito (nel 1974-1975) arrivò in ultima posizione, retrocedendo per la prima volta nella sua storia in terza divisione. In terza serie il club rimase per 4 anni, fino al 1979, anno in cui retrocedette addirittura in Amator Lig (all’epoca quarta divisione). Dopo due stagioni negli amatori (di cui l’ultima vincente), la squadra nel 1981 venne ammessa in 1.Lig, la seconda serie turca.

Nel 1981-82 e nel 1982-83 la compagine di Istanbul conquistò due 11 posti tra i cadetti prima di crollare nel 1983-84, dove arrivò ultima retrocedendo ancora in terza divisione.
I tempi della gloria di Super Lig sembravano un lontano ricordo: in terza serie il club rimase fino al 1991-92, anno in cui l’Istanbulspor AS, dopo una estenuante lotta con i giallo-neri del Tekirdağspor, vinse il campionato tornando dopo molti anni in 1.Lig. Nel 1992-93, dopo una grande rincorsa, l’Istanbulspor si arrese davanti allo strapotere tecnico di Zeytinburnuspor, Sakaryaspor, Kartalspor e si dovette accontentare di un buon 4°  posto. Nella stagione successiva invece la compagine di Istanbul migliorò la propria posizione concludendo al terzo posto. Nel 1994-95, finalmente, dopo una forte campagna rafforzamenti la società vinse il campionato  di 1:lig superando nel rush finale un ottimo Edirnespor.

RITORNO NELL’ELITE DEL CALCIO

La stagione successiva il club ottenne una tranquilla salvezza. E non solo: nel 1996-97, dopo una ottima partenza, l’Istanbulspor terminò il campionato al sesto posto ottenendo la prima qualificazione europea della sua storia.

Nella stagione seguente la società disputò un discreto torneo Intertoto. Dopo aver vinto meritatamente il girone 7 composto da Vasas SC, Universitāte Rīga Jelgava, If Osters e Werder Brema il club si arrese solamente nei turni ad eliminazione diretta, davanti allo strapotere tecnico dei francesi del Lione.

Probabilmente, Lione-Istanbulspor fu uno dei momenti più alti della storia del club turco. I tifosi non dimenticano la partita giocata in casa, vinta per 2-1. Non basterà, con i francesi troppo forti per la compagine giallonera, che dovrà ridimensionare i propri sogni.

Probabilmente Lione-Istanbulspor fu uno dei momenti più alti della storia del club turco. I tifosi non dimenticano la partita giocata in casa, vinta per 2-1. Non basterà, con i francesi troppo forti per la compagine giallonera, che vedrà ridimensionare i propri sogni nelle stagioni successive.

Allo stesso tempo, in campionato la compagine di Istanbul migliorò la propria posizione in classifica, arrivando al 4° posto e ottenendo la seconda qualificazione europea consecutiva: questa volta in Coppa Uefa.

Nel 1998-99 in Coppa Uefa il team di Istanbul venne eliminato subito dai rumeni del FC Argeş Piteşti mentre in Super Lig arrivò un discreto 9° posto. Nell’annata successiva, un piccolo segnale di rottura: il club si salvò all’ultima giornata grazie alle sciagurate prestazioni di Altay, Goztepe e Vanspor. Nelle stagioni seguenti la società conquistò 4 tranquille salvezze fino al 2004-2005, stagione in cui il club terminò il campionato al penultimo posto retrocedendo in 1.Lig.

DECLINO

L’annata seguente in seconda serie, il club trascinato da Mehmet Yıldız disputò un buon campionato arrivando al 5° posto, ma i sogni di gloria di una promozione si fermarono ai play-off.

mehmet yildiz

Mehmet Yildiz, oggi, con la maglia dell’Osmanlispor. Ha girato l’Anatolia a suon di gol, passando da Sivas, Eskisehir, Karabuk e Mersin. Ora prova a rilanciarsi ad Ankara, alla ricerca della promozione in Super Lig.

L’anno successivo, ceduto Yildiz, il team di Istanbul concluse un campionato al di sotto delle attese, come testimoniato dal 9° posto finale. Nel 2007-2008, però, accadde l’irreparabile.

Dopo una pessima partenza, l’Istanbulspor  non si seppe risollevare e retrocesse in 2.Lig assieme ad Elazigspor e Mardinspor. Nella stagione successiva in terza divisione il club non riuscì a riscattarsi, ottennendo un mediocre 7° posto. Gli anni passarono, e nel 2009-10 la squadra terminò all’ottavo posto, inserita nel gruppo retrocessione insieme alle formazioni degli altri gironi che ottennero bassi piazzamenti.
Il girone fu dominato dal Eyupspor che resto in 2.Lig mentre l’Istanbulspor AS assieme a Tepecik Belediyespor e Denizli Bld retrocessero in TFF 3.lig, dove tuttora i gialloneri militano.

Attualmente la società è quarta in classifica nel girone 1 della 3.lig, in piena lotta  per la promozione in 2.lig. Noi speriamo che la squadra superi le difficoltà a cui sta andando incontro e salga di almeno due categorie. Perchè l’Istanbulspor AS non è solo un patrimonio storico della pur grande ex-Costantinopoli, bensì di tutta la Turchia calcistica e non.

basaksehir stadium

La recente fondazione dell’Istanbul Basaksehir (ex Istanbul Buyuksehir Belediyespor di proprietà comunale) suona come un’umiliazione per i fan dell’Istanbulspor, costretti a seguire i propri beniamini in 3.Lig, la quarta divisione turca.