Calcioturco Scout – Hamidou Traorè, la speranza di Mali ed Elazigspor

Nome: Hamidou Traorè
Squadra: Elazigspor
Ruolo: attaccante
Anno di nascita: 7 Ottobre 1996
Altezza: 176cm

Hamidou Traorè rappresenta per eccellenza il classico baby prodigio. Hamidou a soli 17 anni è stato uno dei bomber più prolifici delle scorse stagioni del massimo campionato maliano (la Malian Premier Division).

Nato in Mali il 7 ottobre 1996, il giovane viene notato da dei dirigenti del Club Olympique De Bamako che lo hanno fatto crescere per poi portarlo in prima squadra a soli 17 anni.

L’impatto di Hamidou con la prima squadra del Club Olympique De Bamako (club non molto blasonato in patria ma che comunque vante alcune partecipazioni alla Caf Confederations Cup) nella massima divisione calcistica del paese è stato ottimo; infatti il giovanissimo attaccante ha trascinato grazie ai suoi 12 gol la compagine della capitale ad un storico 2 posto nella scorsa stagione (2013-14).

Le sbalorditive prestazioni del gioiello del club di Bamako hanno fatto sì che Hamidou venisse convocato dalla nazionale maggiore (con cui ha già debuttato!) e che prendesse parte al Mondiale Fifa u20 disputatosi in Turchia con la selezione u20 del suo paese.

Alcuni dirigenti dell’Elazigspor (club di seconda serie turca) dopo averlo osservato a lungo hanno da poco sferrato l’attacco decisivo portando a casa colui che in patria è considerato il nuovo Kanoutè (come struttura fisica e caratteristiche i due giocatori sono completamente differenti).

Il centravanti (che da poco è diventato maggiorenne) sta avendo un ottimo impatto nella serie cadetta turca: come via ha raccontato Giovanni Sala lunedì nel suo report sulla Tff 1.Lig, Hamidou ha letteralmente fatto impazzire la difesa dell’Orduspor e viaggia attualmente alla media di 1 gol ogni 50 minuti da quando è approdato a Elazig.

hamidou traore

CARATTERISTICHE

Hamidou Traorè è un attaccante che per via del suoi 176 cm può essere adattato anche al ruolo di ala offensiva.

Il giocatore possiede un’ottima velocità abbinata alla capacità di calciare con entrambi i piedi a cui si aggiunge anche l’ottimo colpo di testa.

Hamidou si dimostra più maturo e cinico sotto porta rispetto ai suoi coetanei e se non si perderà come spesso è capitato ad altri calciatori wonderkid (vedi Freddy Adu) avrà davanti una carriera strepitosa.

Per essere un attaccante completo deve solamente migliorare sotto l’aspetto fisico (ancora troppo gracilino), della furbizia e dell’esperienza.

Il suo profilo è stato analizzato anche dal sito della CAF (il report completo lo trovate qui) la federazione calcistica africana, che ne ha esaltato le qualità; Hamidou Traorè sembra aver già conquistato tutti, classe ’96 che ha voglia di stupire.